Vai direttamente ai contenuti della pagina
Accessibilità: A A A | Normale | Solo Testo | Mappa del sito | Data di oggi Oggi, martedý 30 maggio 2017
» Ti trovi in: Home / Comuni / Valle Maira / Roccabruna

Comuni

Valle Maira

Roccabruna

L’insediamento di Roccabruna, che conta oltre 90 frazioni, supera i duemila anni di storia. 

Il nome deriverebbe da una rupe di colore scuro che sovrasta l’intero territorio comunale. 
Di origine probabilmente romana, viene nominata per la prima volta nel documento di fondazione del Monastero di Caramagna del 1028. Parte del Comune di Dronero, ottenne la propria autonomia nel 1694. 
Oggi è un polo artigianale e centro residenziale, dotato di un grande centro sportivo. Peculiarità del paese, del tutto nuova in Italia, è la toponomastica bilingue italiano-occitana. Roccabruna è oggi divisa nei seguenti quartieri: Regioni d’Occitania, dei Trovatori, della Storia occitana, dei Personaggi dell’arte e della scienza, dei Poeti e dei suonatori… 
 
Feste e sagre
Festa di Sant’Anna, ultima domenica di luglio.
Festa di San Magno, prima domenica di agosto. 
Festa patronale dell’Assunta, settimana di ferragosto. 
Festa patronale di Sacra Famiglia, terza domenica di agosto 
Festa patronale di San Giuliano, ultima domenica di agosto
Gran Castagnata e Fiera di Valle, seconda settimana di ottobre 
 
Beni artistici
Chiesa di Santa Maria Vergine Assunta (borgata Centro) In posizione panoramica, l’interno riccamente decorato, conserva un acquasantino e un fonte battesimale del XVII secolo di autore ignoto. 
Santuario di Sant’Anna (borgata Sant’Anna) Conserva una pregevole cantoria lignea con dipinti settecenteschi. 
Chiesa di San Giuliano (borgata San Giuliano) Fondata in epoca anteriore al 1150 dai monaci di Oulx, dell’antica costruzione rimane la base del campanile mentre il resto dell’edificio è il risultato di modifiche posteriori. 
Santuario della Natività della Vergine (borgata Foglienzane) Santuario citato sin dal XIII secolo, conserva una bella cantoria lignea a due ordini sovrapposti. 
Parrocchia nuova di Sacra Famiglia Realizzata nel 1996, la moderna chiesa è un originale esempio di architettura sacra contemporanea. 
 
Itinerarinaturalistici: 
1. L’Adrech-I sentieri del Sole durata 5,30 h, dislivello 500 m (Espaci Occitan, San Giuliano, Corte, S.Giovanni, Castello, Tiauda, Copetto, Gora, Sala Inferiore, Municipio, Espaci Occitan) 
2. L’Ubac-I sentieri del bosco durata 6 h, dislivello 630 m (Espaci Occitan, San Giuliano, Fonfonaia, Norat, Grangia, Combetta, Negozi, S.Anna, Ferre, Gardiola, Ischia, Espaci Occitan) 
3. La Promenada durata 2 h, dislivello 100 m (Espaci Occitan, S. Giuliano, Gautero, Corte, Municipio, Sacra Famiglia, Espaci Occitan) 
4. S. Anna – Colle della Ciabra – Monte Roccerè –S. Anna durata 4 h, dislivello 600 m 
Giardino naturalistico "Valle Maira"
(Via Marcabrun, 20) Accompagna il visitatore nel cuore del territorio della Valle e nei suoi diversi ambienti naturali: la campagna, i versanti vallivi, il lago, il ruscello, i giardini rocciosi e il pascolo alpino. È visitabile gratuitamente in ogni momento dell'anno, anche se si consiglia il periodo primavera estate.
 
Palestra di roccia del Castlas 
Su questaroccia sono state attrezzate numerose vie di arrampicata classificate dal 3° al 7° grado. Dalla cima, raggiungibile comunque anche senza l'ausilio di materiale da arrampicata, si gode un panorama suggestivo che abbraccia tutta la pianura cuneese. Sulla punta del Castlas, dove oggi si trova una statua della Madonna e una croce, un tempo sorgeva un castello, distrutto dopo una battaglia, di cui si trovano ancora i ruderi delle fondamenta. 
Area archeologica del Monte Rocceré 
Antiche coppelle scolpite nella roccia, di probabile origine celtica, ricordano i primi insediamenti della valle Maira.
 
Chrono Test Point 
Percorso ciclistico che parte da Dronero (piazza XX settembre), percorre la S.P 422, fino al bivio con la S.P. 122. Continua sulla Strada Provinciale fino a Sant’Anna. 
 

 

Privacy e Note Legali