Vai direttamente ai contenuti della pagina
Accessibilità: A A A | Normale | Solo Testo | Mappa del sito | Data di oggi Oggi, lunedý 20 novembre 2017
» Ti trovi in: Home / Comuni / Valle Maira / Dronero

Comuni

Valle Maira

Dronero

La fondazione di Dronero risale al 1240, data del primo atto comunale. Il nome del paese deriverebbe dalla sua conformazione originaria: il termine “draco” indicava infatti ripide scarpate di terrazzamenti.  Il paese subì le dominazioni del Marchesato di Saluzzo e quella della corte sabauda. Oggi conta circa 7.000 abitanti e vive soprattutto di artigianato, dell'agricoltura e dell'industria. 

Il centro storico
Chiesa di Santa Brigida
Costruita sul sito di un’antica cappella, per ricordare il miracolo di un frate cappuccino che nel 1631 sventò un incendio che minacciava di distruggere la zona.

Chiesa di San Rocco 
Costruita nel 1630, è dedicata al Santo protettore della peste 
 

Ospedale 
Costruito sulle fondamenta dell’antico castello, di cui resta come segno visibile soltanto un’elegante bifora sul lato della parete esterna dell’attuale edificio.
 
Ponte del Diavolo 
Costruito nel 1428, presenta arcate disuguali e una bellissima merlatura medioevale; detto anche ponte del Diavolo per la leggenda legata alla sua costruzione secondo la quale i cittadini droneresi, preoccupati per la solidità del ponte, presero accordi con il diavolo affinché lui fosse il primo ad attraversarlo, in cambio di un’anima… che però fu quella di un cane! 
 
Parrocchiale di SS. Andrea e Ponzio 
Conserva un pregevole portale in pietra scolpito dai Fratelli Zabreri di S. Damiano Macra; costruita in stile gotico negli anni intorno al 1450 e presenta all'interno una bella cupola costruita dal Francesco Gallo nel settecento. 
 
Foro Frumentario 
Costruito nel 1400 nell'antico abitato è probabilmente l'unico esempio in provincia di Cuneo di loggia mercatale a pianta ottagonale; trasformato negli anni della peste (1522) in cappella di San Sebastiano, ha subito numerosi rimaneggiamenti per poi tornare alle sue funzioni originali nel 1800.
 
Chiesa dei Cappuccini 
Risalente al 1620 circa, è l'unica parte che rimane dell'antico convento fondato dai cappuccini chiamati a Dronero da Carlo Emanuele I° per contrastare lo sviluppo del calvinismo; all'interno si possono ammirare varie tele seicentesche e il prezioso altare in legno.
 
Palazzi signorili 
Situati nel centro storico, sono eleganti dimore di nobili locali, risalenti all’epoca del Marchesato di Saluzzo e della dominazione sabauda. 
Mura e portici medievali 
I resti delle mura di difesa e gli antichi portici di Via Giolitti sono simboli cittadini del borgo medievale. 
 
Manifestazioni
Le manifestazioni più sentite del capoluogo dronerese sono legate alle tradizioni antiche della zona: lo storico palio dei rioni a maggio, competizione sportiva fra i diversi quartieri della città, la fiera degli acciugai e la fiera delle erbe officinali rispettivamente in giugno e luglio, dove si degustano le prelibate acciughe alla valmairese e si avvertono i profumi intensi delle spezie, la festa patronale di Madonna di Ripoli ala seconda domenica di settembre, per citare le più sentite e partecipate dalla popolazione, senza dimenticare le feste e le sagre delle piccole frazioni come S. Michele a Tetti, S. Giacomo Maggiore a Pratavecchia e S. Anna a Monastero. 
 

 

Privacy e Note Legali