Vai direttamente ai contenuti della pagina
Accessibilità: A A A | Normale | Solo Testo | Mappa del sito | Data di oggi Oggi, lunedý 20 novembre 2017
» Ti trovi in: Home / Comuni / Valle Maira / Busca

Comuni

Valle Maira

Busca

Il nome di Busca compare la prima volta in un documento del 1123, ma sono stati rinvenuti reperti che testimoniano la presenza dell'uomo già nell'età del Bronzo, una lapide in caratteri etruschi e una necropoli romana. Nella metà del dodicesimo secolo iniziò la dinastia dei marchesi di Busca; la città conobbe in seguito la dominazione del Marchesato di Saluzzo e infine quella della corte sabauda. 
Oggi Busca è un fiorente paese di 10.000 abitanti circa. 
Busca è ricca di manifestazioni ed eventi di varia natura; ogni piccola frazione offre la propria festa patronale, ma non si possono dimenticare le feste del capoluogo, come San Luigi nei primi giorni di luglio e la festa della Madonnina nel primo fine settimana di agosto con relativa fiera; inoltre sono di grande richiamo le stagioni concertistiche dell'Istituto Civico Musicale, gli appuntamenti del Castello del Roccolo e gli eventi sportivi come il Giro Ciclistico della Filanda a fine luglio e il campionato di Kart presso il kartodromo. Confraternita della SS. Annunziata Detta "della Bianca" per il colore del saio dei confratelli, fu costruita nel 1300 e rifatta due secoli dopo.  A pianta centrale, presenta sia fuori che dentro un armonioso gioco di pieni e vuoti, di aggettanze e rientranze. 

Pieve di San Martino Costruita prima del Mille, al suo interno conserva affreschi del '400 opera dei Biazaci, fratelli buschesi. 
Cappella di San Quintino Del 1701, costruita sulla chiesa paleocristiana di Santa Maria di Attissano. 
Chiesa di Madonna del Campanile Sorta nel '700, anch'essa sui resti di una più antica chiesa paleocristiana, conserva all'esterno un trittico ad affresco dei Biazaci. 
Villa Elisa o Villa Bafile Costruita nel 1807 dove sorgeva il convento francescano di Santa Maria degli Angeli. 
Notevole il fascino della torre gentilizia, in gusto romantico. 
Castellaccio Ruderi dell'antico castrum romano, poi dimora dei Marchesi Lancia del Vasto. 
Cappella di Santo Stefano Conserva un prezioso ciclo di affreschi eseguito dai Fratelli Biazaci, con scene della vita del santo e una splendida annunciazione. 
Eremo del Belmonte Certosa femminile di Santa Maria del Belmonte nel '200, nel 1614 divenne sede dei Camaldolesi di San Romualdo. Venne costruita a fianco della chiesa medievale una splendida chiesa barocca, che ha subìto danni gravi durante la seconda guerra mondiale. Nell'800 il Gonin ha impreziosito il complesso con affreschi a soggetto mitologico. 
Castello e parco del Roccolo Costruito in stile neogotico, con un immenso parco monumentale, fu palazzo di villeggiatura della famiglia Taparelli d'Azeglio. 
Cappella di San Brizio Altomedievale, abbellita da affreschi anonimi di influenza francese. 
Antiche Mura e Porta Santa Maria Nel centro storico sono ancora visibili i resti delle antiche mura del '400, con merlatura guelfa. Delle cinque antiche porte di accesso alla città, rimane in perfetto stato di conservazione la porta Santa Maria, eretta tra il XIV e il XV secolo. 
Parrocchia Maria Vergine Assunta Eretta nel 1717, ad opera di Francesco Gallo, su una precedente chiesa gotica di cui rimane il campanile. All'interno il presbiterio venne sapientemente affrescato da Carlo Scotti alla fine del '700. 
Palazzo San Martino e torre civica Sede del Municipio , della seconda metà del 1700. Di fine 1800 la torre, in stile neo-gotico romantico. 
Il borgo Biandone e il ponte romano Borgo dove sorgeva l'antica filanda, setificio settecentesco, nei pressi della quale sorge l'antico ponte rifatto in epoche successive. 
Confraternita della SS. Trinità Costruita sulle rovine del castello inferiore nel 1652, detta "La Rossa" per la torre adiacente, simbolo del paese. Al suo interno custodisce un coro con arredo ligneo di grandissimo valore artistico e la pala di S. Giobbe. 
Confraternita di Sant'Antonino (teatro vecchio) Nel cuore del primitivo centro fortificato, chiusa al culto nel periodo napoleonico, divenne sede del teatro comunale. 
Cappella di San Sebastiano Conserva affreschi che raccontano la vita del santo opera dei Fratelli Biazaci. 
Torre di Attissano Torre medievale con funzione difensiva. 
Cappella di San Giacomo Del '400, si ritiene che fosse luogo di passaggio sulla strada verso Santiago di Compostela. 
Convento dei Cappuccini Complesso costruito tra il 1831-1833, la chiesa venne decorata ad encausto nel 1926 da Luigi Morgari. 
 

 

Privacy e Note Legali